Questo post vuole essere una guida veloce sul processo realizzativo della birra fatta in casa utilizzando dei malti pronti, riporto tutte le varie fasi sintetizzate in modo da utilizzarla anche come una sorta di check list in fase di produzione , iniziamo :

Attrezzatura necessaria :

E’ possibile reperire facilmente dei kit contenenti tutto il necessario per realizzare la birra in casa . Consiglierei di iniziare direttamente con il processo di fermentazione a 2 fasi che prevede l’utilizzo di due contenitori in modo da poter effettuare il travaso dopo la prima fermentazione. Un articolo con tutti dettagli sugli attrezzi che compongono i vari kit può essere letto su questa pagina.

Sanificazione :Tutta l’attrezzatura da utilizzare va sanificata con del Meta bisolfito di potassio (mbp) diluito in acqua fredda ( 3 cucchiaini da caffè equivalenti a 12gr circa in 1lt di acqua). Alcuni homebrewers preferiscono sanificare con cloro ed acqua , ci sono molte discussioni in merito. Una guida sulla sanificazione è possibile consultarla su questa pagina o sulla efficacia dei vari prodotti e sul loro uso su questa

Asciugatura : Far asciugare tutta l’attrezzatura in un luogo igienizzato

Fluidificazione : Lasciare il Barattolo del Malto che si vuole utilizzare per 10 minuti in bagno in acqua calda a 40 gradi circa in modo che si fluidifichi

Preparazione del lievito secco : Riporre in un vasetto dell’acqua pari a 10 volte il peso del lievito da utilizzare a circa 30 gradi , versare il lievito secco nelle quantità necessarie alla ricetta , lasciar idratare per circa mezz’ora . Una leggera schiuma superficiale indica l’attività del lievito

Preparazione e Miscelazione: Versare in una pentola dell’acqua ed aggiungere zucchero o malto secco secondo i quantitativi previsti dalla ricetta  , consiglio di portare l’acqua a 60° ed aggiungere gli ingredienti mescolando man mano . Aprire la latta ed aggiungere il malto ,recuperare all’interno della latta eventuale malto residuo utilizzando il mix di acqua e zucchero caldo e rimescolare fino ad ottenere il mosto liquido

Bollitura : Portare in ebollizione e lasciare bollire il composto per 5 minuti

Raffreddamento Veloce : Riporre la pentola utilizzata in un lavandino contenente dell’acqua e del ghiaccio (o delle bottiglie in plastica contenete acqua ghiacciata) in modo da raffreddare completamente il mosto per portarlo a circa 30 gradi (occorreranno alcuni minuti )

Preparazione alla fermentazione :

  • Versare nel Fermentatore il mosto ed aggiungere l’acqua fino al raggiungimento dei litri suggeriti nella ricetta contenuta nel kit , verificare che la temperatura del composto non scenda mai sotto i 20 e non superi i 24 gradi aggiungendo magari acqua calda o fredda .
  • Versare il lievito contenuto nel vasetto all’interno del fermentatore .
  • Mescolare per almeno 30 secondi per far ossigenare il mosto
  • Tappare il fermentatore ed inserire il gorgogliatore e riempirlo di acqua ed un pizzico di metabisolfito

 

Rifrattomentro

Lettura dei gradi brix contenuti nel mosto eseguita con un rifrattometro

Misurazione densità iniziale OG : inserire il mosto all’interno del cilindro per 3/4 della sua capienza ed immergere il densimetro ,procedere con la lettura del valore della densità iniziale e segnarlo , in alternativa si può utilizzare un rifrattometro , in questo caso riporre tre gocce del composto sulla finestrella . Nel caso sia utile qui potrete trovare un convertitore di gradi brix a densità (sg) che torna utile anche per il calcolo della gradazione della birra in base alla densità finale (fg). Se non si vuole utilizzare il fattore di correzione previsto dal tool , per calcolare la gradazione alcolica finale si può applicare la seguente formula :

(OG-FG) / 7,45=%Alcool
esempio (1056-1007) / 7,45 = 6,57%

Le misure vanno eseguite ad una temperatura di 20° .

Conservazione : Riporre il contenitore in un posto buio ed a temperatura costante tra i 20 ed i 22 gradi. Quando il gorgoglio finisce (dopo 4 – 7 giorni ), prelevare un campione di birra e ripetere la misura della densità con il densimetro oppure ponendo 3 gocce di birra sulla finestrella del rifrattometro per misurarne la densità. Utilizzando un rifrattometro al posto di un densimetro e’ possibile risparmiare notevolmente sulle quantità di birra da campionare . Ripetere questa operazione dopo 3 giorni dalla conclusione del gorgoglio ed ancora una volta dopo altri 3 , se il valore rimane lo stesso, significa che la fermentazione e’ terminata (il valore della densità deve essere compreso tra 1003 e 1008  )

Travaso : Eseguire il travaso nel secondo contenitore in modo da filtrare la birra dai sedimenti del lievito .Aggiungere lo zucchero necessario alla fermentazione in bottiglia (prime) nelle quantità previste dalla ricetta, mescolare bene senza areare troppo la birra .

Imbottigliamento : Sanificare le bottiglie prima di iniziare il riempimento e far asciugare . Riempire la bottiglia con l’apposita asta di riempimento .

E’ consigliato un periodo di fermentazione ed affinamento in bottiglia di almeno 8 settimane dall’imbottigliamento .

Buona realizzazione !

 

 


Antonio

Sono un imprenditore con la passione della tecnologia e della buona cucina .

0 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.